Il coro Novo Spiritu nasce a Cembra, in provincia di Trento, nell’autunno del 1994 quando, sotto la guida del Maestro Antonio Castagna, alcuni amici scoprono la comune passione per il canto e lo stare assieme all’insegna della musica, e si costituisce ufficialmente come Associazione culturale a partire dall’ottobre del 1997.

A questo punto è necessaria una breve digressione storica per inquadrare gli inizi della nostra attività. In quegli anni lontani il Maestro Antonio Castagna dirigeva il Coro Iubilate Deo, un giovane coro di amici nato all'interno della Chiesa del Convento dei Padri Francescani di Pergine Valsugana per animare la Messa prefestiva del sabato sera. Una parte dei coristi dello Iubilate Deo aveva provato – sempre sotto la guida del Maestro Castagna -  a  intraprendere parallelamente all’animazione corale della liturgia lo studio della musica polifonica antica e contemporanea (per lo più sacra) e la relativa attività concertistica. Nel 2000, il nostro comune Maestro aveva unito le forze dei due cori in occasione di alcune manifestazioni e trasferte canore, per poi alla fine dello stesso anno decidere di mantenere la Direzione di un solo coro facendo confluire definitivamente le forze dei due cori nel Coro Novo Spiritu, che esisteva già ufficialmente come Associazione.

Negli anni della prima formazione il coro propone brani di musica sacra e profana del Rinascimento alternati a canti della tradizione spiritual afro-americana. Quest’impronta bipolare è ispirata dagli studi e dalle passioni del Maestro Antonio Castagna che, con la sua personalità musicalmente esuberante, ha trascinato il giovane gruppo di amici fino a farlo diventare un affermato, conosciuto e stimato coro trentino.

L’alternanza e la contaminazione tra i generi musicali sono diventate una caratteristica fondamentale del repertorio del nostro coro: ecletticità, voglia di scoprire nuovi generi, entusiasmo per l’antico e per il nuovo ci hanno portato ad arricchire e diversificare il repertorio iniziale che, partendo dalla musica rinascimentale polifonica - profana e sacra - passa per la musica contemporanea ed arriva ad affrontare le movimentate corde dei brani multietnici di tradizioni musicali lontane da quelle europee come possono essere quelle australiane ed africane .

Il Trentino è anche una terra di cantori e musicisti, nella quale le realtà corali traggono linfa da un terreno fertile di memoria popolare che ha ispirato numerosi e toccanti brani che raccontano delle nostre montagne e di chi le ha vissute. Nel nostro repertorio è viva la presenza di questi canti che arricchiscono e rinsaldano la nostra proposta musicale anche alle nostre radici.

Fin dai primi anni l’attività corale parte con slancio, il coro affronta numerosissimi concerti, rassegne ed esibizioni: in Italia, oltre che in Trentino ed in Alto-Adige, in Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia Romagna, Toscana e Sardegna e all’estero, in Germania, Austria e Francia.

Attraverso la musica ed il canto il coro ha incontrato numerose ensemble corali, con alcune delle quali sono nate profonde amicizie e sono state avviate proficue collaborazioni. In particolare, con il coro Schola Cantorum di Calcio (BG) con il quale, dopo numerosi concerti cantati insieme in armonia e amicizia, abbiamo condiviso l’impegno della preparazione e l’esecuzione a cori uniti ed orchestra della magnifica e conosciuta opera di Antonio Vivaldi, il Gloria RV 589, eseguito in occasione del 15° anniversario del nostro coro nella Chiesa di S. Maria Assunta a Cembra; ed inoltre il gemellaggio - forte di un’amicizia speciale e viva - con il coro Tasis di Isili (CA), che ci ha ospitato generosamente varie volte nella bellissima Sardegna e che abbiamo ospitato, con altrettanta amichevole ospitalità, nella nostra terra e che ha festeggiato con noi il nostro primo decennale in una due giorni di musica e canti.

L’affiatamento del coro e lo spirito di amicizia con i coristi che abbiamo incontrato nel nostro cammino musicale ci hanno fatto progressivamente avvicinare all’idea di creare un legame più forte con le realtà corali del territorio da cui proveniamo. La Valle di Cembra è una ridente valle ricca di cori con repertori e storie diverse che, dal 2000, abbiamo voluto riunire, almeno una volta all’anno, in una grande rassegna di musica, partecipazione e amicizia: è nata così “In-cantiamo la Valle”, la rassegna di tutti i cori della Valle di Cembra che è anche una grande festa della musica, dell’amicizia e dello stare insieme.

Dal 2003 al 2012 il coro è stato promotore e organizzatore di uno stage corale, diretto da maestri di fama internazionale, quali Andrè Thomas, Jeffery Ames e Gary Graden, dapprima denominato CembraMusica Gospel & Spiritual choral singing week e successivamente Cembramusica Nonsologospel. Lo stage corale, aperto a tutti, si svolgeva una volta all’anno, nel mese di luglio e riassumeva - per quanto riguarda la musica corale - il meglio di quanto si potesse trovare nel vasto panorama musicale internazionale.

 


Suoni dallo spazio e dal tempo

Storia

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.